#seiAmato

Quando vieni catturato da una passione, come il basket ha catturato me, ci sono parecchi vantaggi, ma anche qualche rischio. Tra i vantaggi ci sono il batticuore, la gioia e le soddisfazioni che questo sport mi sta regalando e l’opportunità di venire a contatto con persone e storie speciali che vuoi o no ti influenzano e ti cambiano un po’. Tra i rischi ce n’è uno che sento più degli altri: quello di diventare monotematica. Quando 2 anni fa mi sono imbattuta per la prima volta nella pallacanestro é stata un’occasione per risarcirmi da alcune piccole sconfitte personali e per trovare qualcosa che potesse tenermi impegnata mente e cuore indifferentemente dal contesto e dalle circostanze esterne. Ad oggi il mio rapporto con il basket non fa altro che maturare e crescere, proprio come se fosse una grande storia d’amore. Non cerco più una rivincita, ma una strada per diventare davvero chi voglio essere. Nonostante io non riesca a nascondere l’entusiasmo ogni volta che penso alla pallacanestro, sono davvero grata di avere accanto delle persone che non si stufano di fronte alla mia gioia smisurata e ai miei sogni gialloblù. Le stesse persone che mi sopportano tutti i giorni ascoltando i miei discorsi sulla Scaligera poco tempo fa mi hanno fatto una sorpresa stupenda: il giorno del mio compleanno mi hanno fatto avere un regalo speciale. Conoscendo la mia fissazione e le mie simpatie per i giganti gialloblu hanno chiesto ad Amato un augurio per i miei 18 anni. Se parlassi di come ho reagito probabilmente mi emozionerei ancora e mi dilungherei perdendo il vero senso di questo articolo: oggi è il 12 Marzo e lo stesso giocatore che mi ha fatto gli auguri oggi compie gli anni. Voglio ricambiare il favore e dedicargli un pensiero. Non posso fare un’analisi tecnica sulle sue doti di giocatore perché non ne sono in grado, ma mi limito a quello che vedo da tifosa sfegatata: un grande uomo, prima che un grande play-maker. L’anno scorso è arrivato a Verona a qualche giorno da San Valentino e da subito si è dimostrato Amato di nome e di fatto. Conclusa in bellezza la scorsa stagione, nel processo di ricostruzione della squadra coach Dalmonte  è partito proprio da lui. Andrea è rimasto il punto fermo della nuova Scaligera ponendo ufficialmente la firma nel cuore dei tifosi. In campo continua a darci grandi soddisfazioni, una fra tante la partita contro Montegranaro in cui ha segnato ben 28 punti. Al di fuori del ruolo in campo e dell’evidente dedizione con cui si dona alla squadra veronese è comunque in grado di dimostrare quanto la semplicità e l’umiltà paghino. Disponibile a bordo campo e sorridente nella vita, ma soprattutto capace di divertire e divertirsi con sensibilità e attenzione nei confronti di tutti. Lo dimostrano alcuni piccoli grandi gesti come quello di mettersi tra l’arbitro e l’allenatore per evitare il tecnico, oppure quello di trascorrere la serata in compagnia dei tifosi fondendosi completamente con i Locura. Potrei citare altri cento esempi, come la presentazione della squadra in cui il nostro numero 6 si è messo a giocare con i bambini prendendoli in braccio perché arrivassero al canestro. Si è parlato spesso ultimamente di quanto gli atleti (calciatori, giocatori, sportivi…) possano essere d’esempio ai più piccoli che li seguono. Ognuno sceglie come esempio da seguire chi vuole, ma penso che abbia un grande ruolo anche educativo un giovane che decide di aderire ad iniziative che lo vedono iscriversi alla lista dei donatori di midollo piuttosto che portare nelle scuola argomenti come l’importanza dell’alimentazione. Amato è un giocatore forte, un play-maker stratega come i migliori giocatori di scacchi, un amico per i compagni di squadra e un idolo per noi tifosi; quindi da sua fan non mi resta che augurargli un compleanno felicissimo, ringraziare lui per essere parte di questa bellissima Tezenis ed essere grata anche alla società della Scaligera e a Dalmonte per aver portato questo ragazzo a Verona. #seiamato

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...